Come realizzare un giardino portatile: le piante più adatte

Quali sono le piante più indicate per la realizzazione di un giardino portatile?

Se non si ha a disposizione molto spazio è possibile realizzare un giardino portatile, scegliendo alcune piante adatte a tale scopo: ecco quali sono.

Fanno scena sulla tavola oppure in un angolo del balcone. I giardini da tavolo sono molto di più di un grazioso insieme di piante: parenti stretti di quelli zen, nascono per essere osservati e curati per qualche minuto al giorno. Oltre ad essere scenografici e belli da vedere, i giardini da tavolo favoriscono la meditazione e sono antistress.

Le cure giuste

Queste composizioni da tavolo vanno bagnate con moderazione per non creare ristagni idrici dannosi, poiché il contenitore non dispone di fori per la fuoriuscita dell’acqua. In primavera, meglio concimare con un po’ di fertilizzante per piante verdi. Il mini giardino si trasforma con il tempo, lo si può arricchire di volta in volta con altri vegetali a foglia piccola: aggiungendo si semi, sarà possibile veder crescere i germogli.

Quali sono le piante più indicate per la realizzazione di un giardino portatile?Un giardino come esperimento

Prova ad alternare specie alte e basse e a giocare con le diverse sfumature del verde, scegliendo varietà con foglie colorate. Sono perfette le piantine che si usano per i giardini rocciosi, in quanto richiedono poca terra. Con il sedum, che ha le foglie assai piccole, si può realizzare un prato di modeste dimensioni, mentre le crassule e le succulente sono più adatte a creare macchie di vegetazione più ampie. Per realizzare queste composizioni vanno altrettanto bene i muschi, le felci, e in generale tutta la vegetazione del sottobosco con fiorellini minuscoli, come l’armenia, il geum e la saxifraga. Puoi provare a costruire un giardino da tavolo in questo modo: metti uno strato di 1 cm di argilla espansa in una cassetta di legno foderata con il cellophane. Poi si aggiunge un po’ di terriccio di buona qualità già mischiato con la torba. Per creare il prato si può utilizzare un pezzo di muschio, e poi si può realizzare una siepe di colore verde e rosso con tre piantine di fittonia. Per dare movimento utilizza qualche rametto di crassula tetragona, che ha le foglie a forma di ago, e infine trova uno spazio adeguato per un’artemisia verde scura. Infine, si circondano le piantine più alte con un po’ di ghiaia.